Italy

Burioni: "Il virus ci ha reso più pazzi. Delle persone senza mascherina non mi fido"

Leggi anche

coronavirus lombardia

Cronaca

Regione Lombardia ha comunicato il bilancio dei nuovi casi positivi al coronavirus registratisi giovedì 2 luglio 2020.

maria rita gismondo seconda ondata coronavirus

Cronaca

Torna a parlare la Gismondo, la virologa milanese finita al centro delle proteste a seguito delle dichiarazioni sul Covid in piena pandemia.

vongole escherichia coli napoli

Cronaca

Il Rasff ha provveduto a ritirare un lotto di vongole a rischio l’Escherichia Coli, un batterio altamente pericoloso per l’uomo.

giornata infermiera

Cronaca

L’infermiere scolastico, la figura che il Sindacato Infermieri Italiani vorrebbe introdurre in tutte le scuole. Possibile proposta al Governo?

Il virologo Burioni spiega come il livello di pazzia sia aumentato durante la pandemia e come la mascherina possa ancora proteggerci.

burioni pandemia pazzia
burioni pandemia pazzia

Secondo il virologo Roberto Burioni, la pandemia avrebbe aumentato sensibilmente la pazzia generale, anziché renderci più consapevoli di ciò che sta accadendo. In un articolo scritto su Medicalfacts, il virologo fa un cenno anche all’utilizzo delle mascherine, ancora necessarie, vista la situazone stazionaria dell’epidemia.

Burioni: “Tanta pazzia per pandemia”

Il virologo Roberto Burioni in un articolo pubblicato sul suo sito di divulgazione scientifica Medicalfacts ha dichiarato come la pandemia globale abbia aumentato la pazzia nella gente, piuttosto che renderle più sagge: “Al contrario di quello che speravo, questa pandemia invece di rendere le persone più sagge, ha purtroppo aumentato l’impazzimento generale“.

Molti scienziati hanno sbagliato nei primi mesi dell’epidemia da coronavirus– continua a scrivere il virologo- e anche io sbagliavo quando sostenevo che l’arrivo di un virus pericoloso in assenza di un vaccino efficace avrebbe spento definitivamente la follia antiscientifica degli antivaccinisti, riportando in evidenza l’importanza delle vaccinazioni nel proteggerci dalle malattie”.

Mascherine per precauzione

Sempre in questo articolo, il virologo dell’Ospedale San Raffaele di Milano parla anche dell’uso della mascherina, tuttora fondamentale per prevenire il virus: “Visto che in fondo portare la mascherina non è un sacrificio così terribile, io penso che – non in spiaggia, quando siamo da soli e neanche se facciamo una passeggiata nei boschi – nei luoghi affollati sia ancora meglio portarla.

O per lo meno, io la porto e sto ben lontano da chi non la porta. Poi decidete voi.

Il virologo poi conclude con un mea culpa: “A gennaio abbiamo detto, sbagliando (anche io), che le mascherine servivano solo ai malati. L’abbiamo detto perché quello era ciò che sapevamo, e nessuno poteva immaginare una nuova infezione respiratoria trasmessa in grandissima parte da asintomatici, e invece così è stato“.

Football news:

La città ha combattuto contro la UEFA ed è pronta ad essere aggiornata: Pep ha 300 milioni di trasferimenti, ha già preso Ferran Torres e Ake, in arrivo-Kulibali
Amo Fulham. Probabilmente mi fara 'male, ma sara' per sempre
Streich è il principale pensatore del calcio tedesco: non guarda L'APL, parla di Dostoevskij e dell'empatia
Dembele ha lavorato nel gruppo Generale del Barça prima di Napoli. Non gioca da novembre
Kazemiro riguardo al rispetto per Zidane: mi preoccupo ancora quando parlo con lui. E ' incredibile
CHAKIR giudicherà la partita di Barcellona-Napoli in Champions League
Dettaglio smontato il gioco di 18 anni, Ronaldo per lo Sporting contro il Manchester United. 6 giorni dopo, Cristiano è diventato un giocatore dello United