Italy

Comunali 2021, Saracco rinuncia alla candidatura a sindaco di Torino

Il rettore del Politecnico Guido Saracco si sfila dalla corsa alle comunali del 2021 e lascia il centrosinistra scoperto. «In questi mesi — scrive — la mia persona è stata sovente associata al ruolo di potenziale candidato sindaco per le elezioni amministrative di Torino del 2021. Sono lusingato per questo e ringrazio tutti coloro che vedono in me la persona che potrebbe candidarsi ad assolvere alla massima forma di servizio della propria comunità cittadina. Reputo il ruolo del sindaco davvero fondamentale per dare a Torino un nuovo impulso verso uno sviluppo sostenibile, inclusivo e attento alla qualità della vita, come considero la “ripartenza” di Torino fondamentale per l’impatto che potrà avere ben oltre il perimetro cittadino».

«Proprio per questo — continua — ho approfondito con la massima serietà e attenzione queste istanze. Tengo però a comunicare oggi che non sono disponibile a ricoprire questo ruolo, principalmente per circostanze contingenti che riguardano la mia sfera personale che si sommano agli impegni presi con il mio Ateneo. Posso garantire comunque che come Rettore del Politecnico di Torino, nella direzione dell’impatto sociale che questa grande istituzione si è data col suo piano strategico, continuerò a dare il contributo che mi compete allo sviluppo di questa città, lavorando senza riserve, come ho fatto in questi anni, con la prossima Amministrazione comunale, così come con i principali attori del territorio».

Football news:

Conte su 2:1 con Milano: prima del gol della Vittoria il risultato è stato ingiusto. Il loro portiere è il miglior giocatore della partita
Mikel Arteta: L'Arsenal ha fatto la cosa giusta, ma ha perso. Le vittorie danno fiducia
Nicolo Barella: abbiamo dimostrato che siamo più forti del Milan
Vai a fare la tua merda Voodoo, stronzetto. Ibrahimovic-Lukaku durante la partita di Coppa
Pioli sulla sconfitta da Inter: L'unica differenza è stata la rimozione. In parità di composizione potrebbe essere qualsiasi risultato
La Uefa non ha intenzione di abbandonare L'Euro in 12 città. Altre opzioni sono indesiderabili
Eriksen ha segnato per L'Inter per la prima volta in quasi sei mesi-Milano in coppa al 97 ° minuto con un calcio di punizione