Italy

Coronavirus. Il premier Johnson in terapia intensiva, Regno Unito sotto shock

L'interim al ministro degli esteri Dominic Raab

Il premier britannico è risultato positivo al tampone 11 giorni fa; si era subito messo in auto-isolamento a Downing Street, pur continuando a svolgere il suo ruolo. Il periodo di quarantena non ha portato a  miglioramenti. Venerdì, era apparso esausto in un video su Twitter in cui riferiva di avere febbre alta e altri sintomi

07 aprile 2020Regno Unito con il fiato sospeso per Boris Johnson: le condizioni del premier, contagiato con il Covid-19, si sono aggravate nel tardo pomeriggio al punto che è stato trasferito nel reparto di terapia intensiva del St. Thomas Hospital, dove è ricoverato da domenica. Per questo, ha fatto sapere Downing Street, il ministro degli Esteri,  Dominic Raab, è stato delegato a fare le sue veci "per quanto necessario".

La notizia ha sconvolto il Paese e ha suscitato un'ondata di solidarietà bipartisan nei confronti del leader conservatore. Da ieri circolavano indiscrezioni sul fatto che BoJo, 55 anni, fosse già in ventilazione artificiale, ma erano state tutte smentite. Oggi, nel consueto briefing del governo sull'emergenza coronavirus, il ministro degli esteri e primo segretario di stato, Dominic Raab aveva detto che il capo del governo era "di buon umore". Solo poche ore dopo, invece, un portavoce di Downing Street ha dato la notizia, spiegando che il trasferimento si è reso necessario in seguito al "peggioramento delle condizioni del primo  ministro".

"Su consiglio del suo team di medici è stato portato al reparto di terapia intensiva", ha continuato il portavoce, aggiungendo che Johnson "ha chiesto a Dominic Raab di sostituirlo per quanto necessario". Concretamente, spiegano i media britannici, Raab non diventa premier ad interim: il 46enne ultrà della Brexit e cintura nera di karate' si prende in carico la risposta del governo all'emergenza coronavrius. Le attività del governo "vanno avanti", ha detto il ministro degli Esteri, assicurando che Johnson è "in buone mani". BoJo - la cui compagna Carrie Symonds è incinta e con sintomi anche se non è stata sottoposta a tampone - è stato portato in terapia intensiva intorno alle 19 (ora di Londra) come misura precauzionale, in caso avesse bisogno del ventilatore. Secondo quanto riporta Sky News, è cosciente.



Criticato per il suo approccio inizialmente molto rilassato all'emergenza, Johnson è risultato positivo al tampone 11 giorni fa; si era subito messo in auto-isolamento a Downing Street, pur rimanendo al comando del governo e della lotta al virus. Il periodo di quarantena non ha portato a miglioramenti. Venerdì, era apparso esausto in un video su Twitter in cui riferiva di avere febbre alta e altri sintomi.

Starmer: "Notizia triste". Khan: "Prego per la pronta guarigione del primo ministro"


Messaggi di sconcerto e solidarietà sono arrivati da tutto lo spettro politico britannico. Il nuovo leader del partito laburista, Keir Starmer, ha parlato di "notizia terribilmente triste". "I pensieri di tutto il Paese sono col primo ministro e la sua famiglia", ha twittato Starmer, mentre un altro laburista, il sindaco di Londra Saidq Khan, ha detto di "pregare per la pronta guarigione del primo ministro".

Regina informata, segue sviluppi


La regina Elisabetta, 94 anni fra due settimane, è stata informata stasera al castello di Windsor, dove si è ritirata precauzionalmente con il consorte Filippo sullo sfondo dell'emergenza coronavirus, del trasferimento del primo ministro Boris Johnson in terapia intensiva. Lo ha riferito un portavoce di Buckingham Palace, precisando che la sovrana è stata contattata da Downing Street e viene aggiornata. Intanto l'arcivescovo di Canterbury, Justin Welby, massima autorità ecclesiastica della Chiesa anglicana, di cui la regina è nominalmente capo, ha diffuso un messaggio in cui ha invitato tutti ad approfondire i propri sentimenti di "compassione" verso il premier, "tutti coloro che sono gravemente ammalati e coloro che se ne prendono cura". "Invito le persone di fede a unirsi a me nella preghiera per Boris Johnson e i suoi cari", ha scritto Welby.

Trump:  "Johnson è forte e non si arrende"


Il presidente Usa Donald Trump ha espresso sostegno a Boris Johnson, affetto da coronavirus e ricoverato in terapia intensiva per il peggioramento delle sue condizioni. "Voglio anche inviare i miei migliori auguri a un mio grande amico, e un amico per la nostra nazione, il primo ministro Boris Johnson", ha dichiarato Trump durante il briefing quotidiano alla Casa Bianca. "Siamo molto rattristati - ha aggiunto - nel sapere che è stato ricoverato in terapia intensiva. E gli americani stanno tutti pregando per la sua guarigione. È davvero un buon amico, è forte e non si arrende".

Trump ha proseguito: "Abbiamo contattato tutti i dottori di Boris Johnson" perché quando si viene ricoverati in terapia intensiva "la cosa diventa molto seria". Il Presidente Usa ha spiegato di aver chiesto alle case farmaceutiche di contattatare Londra per aiutare il premier britannico.

Macron: "Tutto il mio sostegno a Johnson"


"Tutto il mio sostegno a Boris Johnson, alla sua famiglia e al popolo britannico in questo momento difficile. Gli auguro di superare rapidamente questa prova". Lo scrive su Twitter il presidente francese Emmanuel Macron commentando la notizia che il premier britannico Boris Johnson, affetto da coronavirus, è stato trasferito in terapia intensiva.

Von der Layen: "Auguri di pronta guarigione"


"I miei pensieri sono col primo ministro Boris Johnson e la sua famiglia questa sera. Gli auguro una piena e rapida ripresa". Così la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen.

Conte: "Italia con Johnson"


"I miei pensieri vanno a Boris Johnson e al popolo britannico. Ti auguro una pronta guarigione. Hai il sostegno di tutto il governo italiano e mio personale. Siamo fiduciosi sul fatto che il tuo Paese supererà questo momento difficile". Lo ha scritto il premier Giuseppe Conte su Twitter dopo il ricovero in terapia intensiva del premier britannico Johnson contagiato dal coronavirus.

 

Football news:

C'è una reale possibilità che 50-60 Club falliscano. Il proprietario di Huddersfield sulle conseguenze della pandemia
Valverde sulla partita Con Man City: vogliamo giocare in modo da andare avanti. Il Real farebbe qualsiasi cosa per questo
Grande selezione dalla Roma: Kafu si apre in area di rigore e aspetta un passaggio, ma invece Totti e Baptistuta segnano capolavori
Zabitzer ha avuto il coronavirus ad aprile
Negli anni ' 90, il club russo ha giocato nel campionato di Finlandia: i calciatori hanno portato sigarette, il presidente è andato in campo. E ' finita a causa del default
Flick su Holand: trascorre la prima stagione, quindi è troppo presto per essere paragonato a Lewandowski
Felix ha allungato il legamento del ginocchio durante l'allenamento. Questo è il suo terzo infortunio in una stagione All'Atlético