Italy

Coronavirus in Italia, il bollettino del 25 novembre: 25.853 nuovi casi e 722 morti

In Italia, dall’inizio dell’epidemia di coronavirus, almeno hanno contratto il virus Sars-CoV-2: i casi nelle ultime 24 ore sono +25.853*, +1,8% rispetto al giorno prima (ieri +23.232), mentre i decessi odierni sono +722, +1,4% (ieri +853), per un totale di 52.028 vittime. Le persone guarite o dimesse complessivamente sono 637.149: +31.819 quelle uscite oggi dall’incubo Covid, +5,3% (ieri +20.837). E gli attuali positivi — i soggetti che adesso hanno il virus — risultano essere 791.697 in totale, pari a -6.689, -0,8% (ieri +1.537), e sono visibili nella quinta colonna da destra della tabella; il decremento degli attuali positivi (quel segno meno) è dovuto al fatto che i guariti (sommati ai morti) sono in numero maggiore rispetto ai nuovi casi. Il conto sale a 1.480.874 — come detto sopra — se nel computo ci sono anche i morti e i guariti, conteggiando cioè tutti i cittadini che sono stati trovati positivi dall’inizio dell’epidemia.

I tamponi sono stati 230.007, ovvero 41.348 in più rispetto a ieri quando erano stati 188.659. Mentre il tasso di positività è intorno all'11% (di preciso 11,2%): vuol dire che su 100 tamponi eseguiti 11 sono risultati positivi; ieri era di circa il 12% (di preciso 12,3%). Questa percentuale dà l’idea dell’andamento dei contagi, indipendentemente dal numero di test effettuati. Questa è la mappa del contagio in Italia.

Più contagi in 24 ore — sopra quota 20 mila per il quarto giorno consecutivo — a fronte di molti più tamponi. C'è comunque una tendenza al rallentamento: infatti, scende ancora il rapporto di casi su tamponi che passa dal 12,3% all'11,2% (più di un punto in meno) con l’indice Rt in calo. Secondo il report settimanale dell'Oms, questa settimana l'Italia ha riportato il maggior numero di nuovi casi in Europa ed è terza a livello globale, con 235.979 nuovi casi (3.902 casi per 1 milione di abitanti), precisando però che i casi nel nostro Paese potrebbero aver raggiunto il picco, visto il leggero (3%) calo segnalato. Soltanto con il valore di Rt sotto l’1 e non più di cinque-diecimila positivi giornalieri si tiene sotto controllo l’epidemia. Il ministro della Salute Roberto Speranza invita alla prudenza: «Le limitazioni sono ancora inevitabili, non possiamo permetterci un’altra ondata nel 2021».

Sono otto le regioni con incrementi di contagi a quattro cifre (la Toscana è sotto mille da due giorni). La Lombardia rimane la più colpita (+5.173) con dati in aumento grazie a molti più test (42 mila), seguita da Piemonte (+2.878) e Campania (+2.815). Poi ci sono: Veneto (+2.660), Emilia-Romagna (+2.130), Lazio (+2.102), Puglia (+1.511) e Sicilia (+1.317). Da notare la Basilicata che segna il suo record (+329).

I pazienti ricoverati con sintomi sono 34.313 (-264, -0,8%; ieri -120), mentre i malati più gravi in terapia intensiva sono 3.848 (+32, +0,8%; ieri +6). Questi dati sono visibili nella tabella in alto, nella seconda e nella terza colonna da sinistra.

Drammatico il bilancio delle vittime — che sono meno di ieri — ma da una settimana (vedi 17 novembre) i dati dei morti sono paragonabili a quelli di fine marzo, del periodo più critico della prima ondata. Nessuna regione registra zero decessi per il terzo giorno consecutivo, mentre il maggior numero di vittime si trova in Lombardia (+155), Piemonte (+84), Veneto (+76), Toscana (+67), Lazio (+58) ed Emilia-Romagna (+54).

Qui tutti i bollettini dal 29 febbraio. Qui le ultime notizie della giornata.

Il Corriere ha creato una newsletter sul coronavirus. È gratis: ci si iscrive qui.

I casi Regione per Regione

Il dato fornito qui sotto, e suddiviso per Regione, è quello dei casi totali (numero di persone trovate positive dall’inizio dell’epidemia: include morti e guariti). La variazione indica il numero dei nuovi casi registrati nelle ultime 24 ore, mentre la percentuale rappresenta l’incremento rispetto al giorno precedente, calcolata sul totale regionale. In aggiunta i tamponi quotidiani.

Lombardia 386.958 (+5.173, +1,3%; ieri +4.886) - tamponi: 42.063


Piemonte 156.253 (+2.878, +1,9%; ieri +2.070) - tamponi: 21.540
Campania 143.010 (+2.815, +2%; ieri +1.764) - tamponi: 23.130
Veneto 130.076 (+2.660, +2,1%; ieri +2.194) - tamponi: 16.297
Emilia-Romagna 112.700** (+2.130, +1,9%; ieri +2.501) - tamponi: 18.498
Lazio 109.592 (+2.102, +2%; ieri +2.509) - tamponi: 29.189
Toscana 97.976 (+986, +1%; ieri +962) - tamponi: 14.843
Sicilia 57.001 (+1.317, +2,4%; ieri +1.306) - tamponi: 11.433
Liguria 49.381 (+460, +0,9%; ieri +509) - tamponi: 5.831
Puglia 47.565 (+1.511, +3,3%; ieri +1.567) - tamponi: 9.988
Marche 27.554 (+448, +1,6%; ieri +351) - tamponi: 3.763
Friuli-Venezia Giulia 26.285 (+696, +2,7%; ieri +554) - tamponi: 6.910
Abruzzo 25.445 (+623, +2,5%; ieri +536) - tamponi: 4.695
Umbria 22.478 (+386, +1,7%; ieri +218) - tamponi: 4.331
P. A. Bolzano 21.961 (+341, +1,6%; ieri +160) - tamponi: 2.734
Sardegna 19.639 (+351, +1,8%; ieri +290) - tamponi: 3.877
Calabria 14.859 (+335, +2,3%; ieri +307) - tamponi: 2.749
P. A. Trento 14.547 (+179, +1,2%; ieri +143) - tamponi: 3.401
Basilicata 7.218 (+329, +4,8%; ieri +261) - tamponi: 2.585
Valle d’Aosta 6.199 (+27, +0,4%; ieri +73) - tamponi: 544
Molise 4.177 (+106, +2,6%; ieri +71) - tamponi: 1.606

I decessi Regione per Regione

Il dato fornito qui sotto, e suddiviso per Regione, è quello dei morti totali dall’inizio della pandemia. La variazione indica il numero dei nuovi decessi registrati nelle ultime 24 ore.

Lombardia 21.005 (+155; ieri +186)


Piemonte 5.803 (+84; ieri +73)
Campania 1.434 (+47; ieri +78)
Veneto 3.429 (+76; ieri +95)
Emilia-Romagna 5.493 (+54; ieri +55)
Lazio 2.146 (+58; ieri +62)
Toscana 2.378 (+67; ieri +47)
Sicilia 1.322 (+47; ieri +48)
Liguria 2.308 (+22; ieri +25)
Puglia 1.302 (+30; ieri +52)
Marche 1.211 (+10; ieri +13)
Friuli-Venezia Giulia 715 (+16; ieri +26)
Abruzzo 831 (+9; ieri +18)
Umbria 355 (+8; ieri +10)
P. A. Bolzano 498 (+8; ieri +16)
Sardegna 413 (+6; ieri +12)
Calabria 250 (+7; ieri +4)
P. A. Trento 606 (+7; ieri +14)
Basilicata 133 (+3; ieri +16)
Valle d’Aosta 297 (+5; ieri +2)
Molise 99 (+3; ieri +1)

*Il dato non corrisponde esattamente alla differenza dei casi totali odierni con quelli del giorno precedente per via di un ricalcolo dell'Emilia-Romagna (vedi nota successiva).

**La Regione Emilia-Romagna segnala che in seguito a verifica sui dati comunicati nei giorni passati è stato eliminato 1 caso in quanto giudicato non caso COVID-19.

Football news:

Andrea Pirlo: le critiche sono inevitabili quando all'improvviso ti mettono come allenatore della Juve, ma per me tutti diranno i risultati
Zidane sulla partenza dal club della terza lega: non è un peccato, non impazziremo. Il Real Madrid vuole vincere, a volte non esce
Il Real Madrid per la quinta volta ha volato dalla Coppa di Spagna dalla squadra del 3 ° Campionato
Sulscher su 2:1 con Fulham: perdendo, il Manchester United si è svegliato e ha tenuto una buona partita. Pogba ha giocato bene
Il Manchester United in 94 ° tempo ha vinto la partita di Premier League, perdendo per PRIMO. Questo è il record del torneo
Pirlo ha preso il primo trofeo come allenatore-ha strappato il Super Bowl da Gattuso. E una volta hanno vinto insieme
Cristiano Ronaldo: Milan e Inter sono molto forti, ma la Juventus è in grado di vincere la Serie A