Italy

Cristiano Ronaldo: “Juve nervosa nel finale. Successo sofferto ma era importante vincere”

Sedici gol in 17 partite di campionato. La doppietta segnata contro il Parma spinge Cristiano Ronaldo al secondo posto solitario in classifica marcatori, alle spalle di Ciro Immobile che in questo momento è imprendibile (23), e la Juventus in fuga al comando. Sono quattro i punti di vantaggio sull'Inter dell'ex, Antonio Conte: 51 per i bianconeri, 47 per i nerazzurri zavorrati dal pareggio subito in rimonta a Lecce. CR7 protagonista ma battere i ducali s'è rivelato più difficile del previsto anche all'Allianz Stadium. E il nervosismo manifestato da Sarri quando Cornelius ha realizzato la rete del momentaneo pareggio è stata la testimonianza tangibile del momento delicato. Ci ha pensato (per fortuna) ancora una volta il portoghese a rimettere le cose a posto, toccando anche quota 432 reti (come Lionel Messi) nei cinque maggiori campionati europei.

La cosa importante era vincere oggi – ha ammesso Ronaldo a Sky Sport, confermando implicitamente quanto fosse difficile anche a livello mentale la partita contro il Parma -. Sapevamo che era importante fare i tre punti per acquisire un vantaggio importante. La squadra ha giocato bene in una partita molto difficile. Il Parma è un avversario ben organizzato e che ha giocato una bella partita, però sono molto contento. Aiutare la squadra con due gol è molto importante.

Come spiega le difficoltà della Juventus che, soprattutto nella fase finale della partita, ha rischiato addirittura il pareggio beffa in casa? CR7 non cerca attenuanti e rivela il motivo di tanta apprensione e poca padronanza del match.

Negli ultimi dieci minuti abbiamo giocato con un po' di tensione – ha aggiunto Ronaldo -. La squadra era un po' nervosa perché il Parma saliva, creava pericoli, ha giocatori molto forti dentro l'area. Ma l'importante è aver conquistato questi tre punti fondamentali per la classifica anche se con qualche sofferenza finale.