logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo
star Bookmark: Tag Tag Tag Tag Tag
Italy

Gualtieri: "Taglio del cuneo fiscale per gli esclusi dagli 80 euro". Per Cgil, Cisl e Uil è "un momento importante"

"Entro questo mese un decreto che consenta di ridurre le tasse fino a 14 milioni di lavoratori". I sindacati: "Deve essere uno strumento che porta ad un aumento dei salari e degli stipendi netti"

Il ministro dell'Economia Gualtieri (Ansa)

Il ministro dell'Economia Gualtieri (Ansa)

"La prima tranche della riforma fiscale vogliamo farla partire subito: abbiamo fatto naturalmente una valutazione tecnica sulla possibile allocazione delle risorse non indifferenti per la riduzione del cuneo fiscale. Entro questo mese un decreto che consenta di ridurre le tasse fino a 14 milioni di lavoratori, specie di redditi medio bassi finora esclusi dagli 80 euro", dice il ministro dell'Economia, Roberto Gualtieri, al seminario Pd. "Già ad aprile una legge delega sulla riforma fiscale" auspica.

Si apre però una fase di confronto col sindacato su questo e altri temi importanti.

Landini

Per Maurizio Landini "quello che si apre con il governo è un momento importante per portare a casa risultati". Il segretario generale della Cgil lo ha affermato al termine delle segreterie unitarie di Cgil, Cisl e Uil in vista del confronto - appunto - sul taglio del cuneo fiscale che parte venerdì prossimo a Palazzo Chigi e poi sulle pensioni lunedì 27 gennaio. Landini ha sottolineato che il taglio del cuneo "per noi deve essere uno strumento che porta ad un aumento dei salari e degli stipendi netti. Oltre a definire questo primo provvedimento, il tavolo di confronto deve riguardare tutta la questione fiscale: le aliquote Irpef, le detrazioni per tutti, la riimodulazione dell'Iva, la lotta all'evasione. Portando benefici non solo per i lavoratori dipendenti ma anche per i pensionati". Il leader della Cgil ha parlato anche del prossimo tavolo sulle pensioni, sottolineando che deve portare al superamento della legge Fornero ma anche affrontare la rivalutazione delle pensioni in essere e arrivare ad una legge sulla non autosufficienza. "Bisogna far ripartire l'economia e ricostruire il clima di fiducia in questo Paese. Andiamo a questi tavoli con la volontà e l'aspettativa di discutere per produrre un vero cambiamento del Paese. Abbiamo di fronte un anno che può apparire difficile ma che potrebbe portare ad un grande cambiamento del Paese - insistite Landini - che può si può fare insieme a noi. Noi siamo disponibili ma non a fare sconti, non c'è più nulla da scambiare".

Landini, Furlan e Barbagallo (Ansa)

Barbagallo

"Solo l'aver annunciato una segreteria unitaria di Cgil, Cisl e Uil ha portato alcuni risultati: la convocazione ufficiale di due tavoli, il primo venerdì prossimo, 17 gennaio, alle 10.45 a Palazzo Chigi sulla questione fiscale" a partire dal taglio del
cuneo "ed il secondo lunedì 27 gennaio con la ministra Catalfo sulle pensioni", sostiene il segretario generale della Uil, Carmelo Barbagallo.

Furlan

Sul taglio del cuneo fiscale "leggiamo di annunci sulla stampa. Credo che un confronto corretto debba avvenire su idee, ipotesi e proposte. Nessuno immagini di arrivare con proposte a scatola chiusa - afferma la segretaria generale della Cisl, Annamaria Furlan, in vista dell'incontro fissato per venerdì a Palazzo Chigi. "Un primo passo rispetto ad un bisogno di riforma fiscale che è urgente: oltre l'85% del fisco italiano è sul groppone, sulle spalle dei lavoratori dipendenti e dei pensionati ed è evidente che una riforma fiscale non può non tenerne conto. Noi continuiamo a tassare le rendite finanziarie al 20%, il lavoro autonomo al 15% e abbiamo lavoratori dipendenti che raddoppiano se non in alcuni casi triplicano queste aliquote", dice Furlan sottolineaando la necessità anche di rafforzare la lotta all'evasione. Stesso discorso sul tema delle pensioni: "Vediamo parlare un sacco di esperti... Mi auguro che dopo tutte le nostre iniziative con il governo si aprano tavoli non di annunci, di cortesi maniere ma di sostanza", rimarca.

Themes
ICO