Foto di Alessandro Rapinese

"Immigrato clandestino? Là è una vasta area deserta della Barbagia che può ospitarli in attesa di essere rimpatriati". salta dalle sedie sinistra e destra. E non sono solo i rappresentanti sardi a commentare, che ha scatenato intense polemiche sul web. Era un'esagerazione far capire che queste persone stanno provocando disastri in aree densamente popolate”, giustifica il primo cittadino. L'immigrazione "deve essere controllata e controllata" e il Congresso "deve prestarvi attenzione". Sorprendentemente, l'agente immobiliare di 46 anni, eletto nella lista civile lo scorso giugno, ha affermato: "Non è consentita la libera circolazione delle persone senza un'adeguata documentazione, come nel caso dei pakistani che sono stati violentati e feriti. Credo fermamente che non dovrebbe essere fatto. Una donna in una cabina telefonica a Porta Torre", ha commentato il delitto de La Provincia di Como, suggerendo la vasta regione montuosa del centro Sardegna come luogo di accoglienza dei migranti prima di rimandarli nel loro Paese. Dovrebbe sapere che il deserto è nella sua testa e non in Barbagia", attacca Ugo Cappellacci, ex presidente della Regione Sardegna e ora vice coordinatore regionale di Forza Italia. . Pier Luigi Bersani usa lo stesso tono, affermando che "ora l'inflazione senza senso ha raggiunto le tre cifre". "L'ambiente elettorale ha offuscato la lucidità di giudizio di alcuni personaggi che cercano scrittori", aggiunge Romina Mura assessore al Lavoro (Pd) della Camera di Commercio, voglio che sappiate che quando ci è stato chiesto di farlo abbiamo accolto gli immigrati Il vicecommissario della FdI Salvatore Diedda ha detto a Lapinese non solo a parole, ma con le parole "La caduta della Barbagia" chiede scusa alla sua città e ai giornali Laria acquistando spazi pubblicitari per promuovere il prossimo numero di .I aspetto che mi confermi quanto sia stato sfortunato lo scherzo”, aggiunge Deida, insieme a Maurizio Cadau, sindaco di Belvi e presidente della provincia di Fdi Nuoro. «Poi propongo di spostarmi in vetta ai 3000 metri. Oppure a Capalbio, dove vengono accolti con tutti gli onori - risponde alla polemica di Lapines - qui si conoscono i fatti, purtroppo la cronaca racconta spesso episodi di estrema violenza. Io' sono qui. Capitelo a Roma”. «Perché sono tutti bravi a parlare di ospitalità», ma la città di Como «dovrà raccogliere più soldi per coprire il fenomeno di Roma facendo finta che non sia successo niente». Nel frattempo, c'è preoccupazione per l'impatto delle proteste di Rapinese, che rischia di aumentare le tensioni nella gara d'andata del campionato di Serie B contro il Cagliari, sabato a Como, rivelando di aver preferito sedersi nella sezione dello stadio riservata agli ospiti per mostrare solidarietà ai "Barbagini" a cui aveva fatto del male.

19}