Italy

Il genio Suárez e quell’esame superveloce

Sarebbe bello incontrare i professori che hanno esaminato Luis Suárez per sapere cosa si prova a incontrare un genio: «Tuo padre sembra Dante e tuo fratello Ariosto». Il calciatore uruguagio, arrivato con un volo privato, è stato accolto alla palazzina Prosciutti (scelta per via del celebre morso) dalla Rettrice dell’Università per Stranieri di Perugia, prof.ssa Giuliana Grego Bolli, dal direttore, dr. Simone Olivieri, e dalla direttrice del centro, prof.ssa Stefania Spina. A esaminarlo sono stati i docenti Lorenzo Rocca e Danilo Rini. L’esame ha riguardato la valutazione delle quattro abilità linguistiche: produzione orale e scritta, comprensione orale e scritta.

Suárez si è detto molto soddisfatto del corso svolto in preparazione dell’esame e i suoi esaminatori hanno confermato che il candidato si è dimostrato all’altezza, superando l’esame. In poco più di mezz’ora, l’uruguagio ha dato prova di conoscere la nostra lingua rispetto a un test che di solito dura sulle due ore. Ora l’Università di Perugia può fregiarsi di un testimonial internazionale che si è graziosamente concesso ad alcuni selfie; cos’è in fondo un pezzo di carta che consentirà all’attaccante del Barcellona di accedere al diritto di cittadinanza e al passaporto comunitario? Un esame d’italiano livello B1 è pur sempre un esame, non un esame di coscienza.

Football news:

Barcellona-Juventus: siamo lieti che tu sia stato in grado di vedere 🐐 sul tuo campo
Allenatore Renna su un punto in 2 partite Champions League:per noi è il debutto, stiamo imparando
Simone Inzaghi: un pareggio con Bruges può influenzare notevolmente la posizione nel gruppo
Lopetegui sulla vittoria di Rennes: Siviglia ha giocato quasi perfettamente
Danilo su 0:2 con barca: la Juventus ha giocato in modo organizzato ma non abbastanza aggressivo
Tuchel su un infortunio al muscolo adduttore di Neymar:spero che non sia grave
Il centrocampista del Borussia Dortmund Jaydon Sancho, autore del gol della vittoria nella partita di Champions League contro lo Zenit