I disordini avvenuti ieri sera a Napoli

“Quello che è successo ieri sera a Napoli – dichiara il sindacato di Polizia Sap – è l’ulteriore fatto gravissimo dopo quelli accaduti recentemente a Savona e a Livorno.

Ancora una volta Poliziotti e Carabinieri aggrediti, per fare rispettare la legge, per rispristinare l’ordine.

Atti di inaudita gravità, che lo Stato non riesce a fermare e non riesce a tutelare i suoi servitori.”

Nonostante il lockdown, secondo quanto evidenzia il Sap di Genova – sono in crescita le aggressioni alle forze dell’ordine rispetto al 1° semestre del 2019: oltre 1400 attacchi fisici + il 21%.

“Per questo motivo – dichiara il segretario regionale Salvatore Marino – ancora una volta chiediamo maggiori tutele attraverso l’introduzione delle Garanzie Funzionali, ma anche strumenti come le ‘Bodycam’ che fanno parte della storica battaglia sindacale della verità in ogni ambiente, divisa ed auto della polizia a testimoniare l’operato delle FF.OO, la pistola a impulsi strumenti sempre più indispensabili per poter gestire al meglio ed in sicurezza gli interventi, una statistica interna evidenzia che in 14 interventi su 15 è bastato solo la vista dello strumento per evitare reazioni; protocolli operativi e fondamentali Tutele Legali.

Indispensabile, infine, un ripianamento degli organici, alla luce di una carenza attuale complessiva circa del 20%, dato che andrà ad acuirsi nei prossimi anni a causa di un numero importante di pensionamenti.”