Italy

L’ultima offerta. La resa dei conti sul caso Autostrade (anche nel governo)

Caso Autostrade, l’ultima offerta di Aspi al governo. Il nodo economico e quello politico legato al ruolo dei Benetton, che potrebbero fare un passo indietro…

Dopo anni di stallo arriva il momento della resa dei conti tra Autostrade e il governo, con Aspi che presenta al Mit l’ultima offerta per evitare l’iter per la revoca delle concessioni.

L’ultimatum di Conte

Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, anche nella giornata di venerdì, ha fatto sapere che l’iter per la revoca delle concessioni sarà interrotto solo nel caso in cui al governo dovesse arrivare una proposta irrinunciabile e particolarmente vantaggiosa per il pubblico interesse.

Giuseppe Conte
Giuseppe Conte
Roma 20/08/2019 – Crisi di Governo. Discorso del presidente del Consiglio al Senato della Repubblica / foto Samantha Zucchi/Insidefoto/Image nella foto: Giuseppe Conte

La trattativa in extremis

Sarebbero almeno tre le condizioni poste dal governo, che pubblicamente non sono mai state espresse. Né da Conte né dalla Ministra De Micheli. L’unica certezza è che ancora al 10 luglio la distanza tra le parti era abissale. E che ad Aspi rimaneva ventiquattro o al massimo quarantotto ore per presentare l’ultima offerta. Questo nonostante l’ultimo vertice si sia concluso con un clamoroso nulla di fatto, come confermato dal premier Conte.

Paola De Micheli
Paola De Micheli
Paola De Micheli

L’ultima offerta di Autostrade al governo

In realtà a riflettori spenti sembra che l’intenzione del governo sia quella di concedere uno o due giorni in più ad Autostrade. Secondo molti nella speranza che questa offerta irrinunciabile effettivamente arrivi sulla scrivania della De Micheli e su quella di Giuseppe Conte.

Autostrade dovrebbe presentare un piano con settecento milioni aggiuntivi per far fronte alla manutenzione delle infrastrutture. Resta il nodo Genova, con il governo che vuole un sostanzioso indennizzo per il crollo del Ponte Morandi. L’ultima proposta sarà migliorativa anche per quanto riguarda le tariffe

Atlantia
Atlantia
fonte foto https://www.facebook.com/autostradeperlitalia/

Il passo indietro dei Benetton (che resterebbero in ballo)

Un altro nodo da sciogliere è quello legato al ruolo dei Benetton. Nelle ultime ore si è parlato con insistenza di un passo indietro, con la famiglia pronta ad andare in minoranza, pur rimanendo all’interno di Atlantia.

A quel punto, se si concretizzasse l’ipotesi, la palla passerebbe al Movimento 5 stelle, che dovrebbe decidere se accontentarsi del compromesso o se andare fino in fondo mettendosi di traverso ostacolando l’accordo per arrivare alla cacciata dei Benetton. E tra i pentastellati c’è addirittura chi, parlando del caso Autostrade, evoca una crisi di governo.

ultimo aggiornamento: 11-07-2020

Nicolò Olia

Football news:

Il Liverpool è vicino all'acquisto del quarterback Olympiacos Tsimikas. La visita medica e ' questa settimana
Barcellona intende firmare Bernard Silva. City potrebbe avere Semed
Il Real Madrid prevede di acquistare Dybala ed è pronto a includere Nell'affare Kroos about Isco (Sport Mediaset)
Conta su Inter prima di 1/4 Europa League: continuiamo a progredire, diventiamo più forti
Piontek è Interessante per fiorentina. Gerta vuole poco più di 20 milioni di euro
Bardzalli about Grosso sostituiranno Pirlo nella Juventus U23
Daudov su Ahmat: sono sicuro che la squadra Interagirà meglio con ogni nuova partita