Italy

Lockdown in Cile per covid: proteste in strada con bastoni e barricate

Leggi anche

quarantena-spagna

Esteri

In Spagna una donna 41enne è stata denunciata dalla polizia per aver violato la quarantena anti coronavirus guidando una moto ubriaca e contromano.

Coronavirus, al via 73esima assemblea Oms

Esteri

Le accuse di Trump, la richiesta di un’indagine indipendente, le parole della Cina sul coronavirus: al via la 73esima assemblea dell’Oms.

Coronavirus in Europa: Ecdc lo dichiara "basso rischio"

Esteri

Secondo l’Europa la pandemia Coronavirus non avrebbe dovuto destare sospetti. A fine febbraio 2020 è stata sottovalutata: “Controllabile”.

Le gemelline Aisha e Leilana, morte in casa

Esteri

Due gemelline sono state trovate morte in casa in Australia dopo che la mamma le aveva lasciate sole per pochi minuti. Il dolore di tutto il vicinato.

Rimane alta la tensione tra il governo del Cile e le fasce più deboli che protestano per la carenza di cibo e beni di prima ncessità.

coronavirus cile lockdown manifestazioni scontri

In seguito al rialzo vertiginoso dei casi di coronavirus, le autorità del Cile hanno optato per il lockdown, scelta che però ha creato non poche tensioni tra le fasce meno abbienti, scese in strada a manifestare e dare vita a scontri con la polizia locale per la carenza di cibo e beni di prima necessità.

Coronavirus, tensioni e scontri in Cile

In Cile l’impennata di casi da coronavirus registrata nelle scorse settimane ha convinto il governo a instaurare il lockdown, un ascelta che però ha generato solo tensioni e scontri in piazza (da cui il Cile era stato attraversato anche a fine 2019) tra manifestanti e polizia.

In particolare, i residenti di El Bosque, un quartiere povero di Santiago del Cile, hanno protestato contro la carenza di cibo e viveri causati dalla chiusura, munendosi di bastoni e pietre da usare contro gli agenti, che hanno risposto con gas lacrimogeni.

Promesse non mantenute

I protestanti hanno avuto modo di manifestare contro l’operato del governo di destra, accusandolo di averli abbandonati e non aver mantenuto le promesse: “Non la quarantena, ma gli aiuti e il cibo. Questo è ciò che chiede la gente in questo momento“, recita uno slogan.

Intanto il presidente Nicolás Piñera ammette gli errori commessi nella lotta all’epidemia. “Non siamo pronti, bisogna essere umili per ammetterlo. Di fronte alle enormi difficoltà che affrontiamo, tutti abbiamo fatto uno sforzo gigantesco“, ha dichiarato in un discorso televisivo.

Domenica 17 maggio Piñera aveva annunciato l’implementazione di misure a sostegno delle persone più vulnerabili e della classe media bisognosa, compresa la consegna di oltre 2,5 milioni di ceste alimentari per i più poveri. Promesse al momento non mantenute.

A fine aprile, il Cile ha registrato anche una grave perdita sul piano culturale proprio a causa della pandemia: la morte dello scrittore Luis Sepulveda.

Football news:

Belerin pagherà per piantare alberi di massa, nonostante il fatto che L'Arsenal non abbia vinto Lester
Il Bayern rivendica il 19enne difensore di sinistra del bar di Lione
L'amico di Jović ha il coronavirus. L'attaccante del Real Madrid isolato a casa
Hazard ha problemi con la caviglia, potrebbe perdere la partita con Alavez
Agente fedele: Manchester City è molto vicino all'acquisto di Coulibaly
Il West Ham Moyes puo ' firmare Lingard e Jones del Manchester United, se non esce dalla APL
Il cuore di Ennio Morricone apparteneva alla musica e al rum. Il compositore è stato chiesto di scrivere l'inno del club, e Totti è andato sotto il suo successo