Italy

Massenzatica. Accoltellò la moglie, condannato a quattro anni

L'uomo dovrà pagare anche una provvisionale di 20mila euro. I legali della donna: ha subìto tanto, ora può tornare a vivere

MASSENZATICA. Aveva colpito la moglie al volto con un coltello causandole ferite irreversibili. Ora l’autore di questo gesto terribile, ultimo di una serie di episodi violenti ai danni della donna, dovrà scontare una pena di quattro anni e quattro mesi e pagare una provvisionale di ventimila euro.

La sentenza è stata emessa ieri dal giudice del Tribunale di Ferrara che ha accolto solo in parte la richiesta del pubblico ministero che aveva domandato per l’imputato una pena di cinque anni e sei mesi. Con la formula del rito abbreviato l’uomo (difeso dall’avvocato ferrarese Giuseppe Incandela) ha dovuto rispondere dell’accusa di lesioni gravissime, con l’aggravante del grado di parentela.



Il fatto

L’aggressione che ha rischiato di finire in tragedia si era consumata lo scorso 17 ottobre, in pieno giorno, nella via di Massenzatica dove la coppia abitava. Lui 59 anni, lei 49, entrambi di origini marocchine. Anche quella mattina la donna era stata aggredita, come purtroppo spesso succedeva, dal marito. Le coltellate in strada erano arrivate dopo una serie di violenze tra le mura di casa, alle quali prima la donna era riuscita a sottrarsi nascondendosi e poi fuggendo all’esterno. Come è stato accertato nelle settimane successive durante le indagini, la donna, da tempo subiva angherie e violenze sia verbali sia fisiche da parte del marito. L’avvocato Federica Gnani, affiancata nel caso da Simone Pritoni, ha difeso la vittima 49enne e dopo la pronuncia della sentenza si è detta soddisfatta di quanto stabilito dal giudice.

«Ci riteniamo soddisfatti anche se - ha fatto sapere l’avvocato Pritoni -, lo saremmo stati ancor di più se il giudice avesse accolto in pieno la richiesta del pm. Ora l’importante è che la donna riesca a recuperare la tranquillità e l’autostima che per tanto, troppo tempo, le è stata negata».

La vicinanza

Fondamentale, secondo i legali della donna, il ruolo svolto dall’amministrazione di Mesola e dagli assistenti sociali, che fin dai primi istanti di quel 17 ottobre, hanno fatto sentire tutta la loro vicinanza alla vittima. «Sono state persone presenti e la loro collaborazione - ha concluso l’avvocato - è stata importante». —

© RIPRODUZIONE RISERVATA


 

Football news:

Allenatore della Nazionale Scozzese Clark: durante la fase a gironi ci sono stati molti buoni momenti, ma non punti segnati
L'Inghilterra è il vincitore più noioso della band nella storia. Sono bastati due gol! 😳
Dalic-i tifosi Dopo L'ingresso nei playoff di Euro: tu sei la nostra forza e noi saremo il vostro orgoglio
Luka Modric è diventato L'autore più giovane e più vecchio del gol della Croazia per L'Euro
Allenatore Ceco Shilgava: siamo usciti dal gruppo e abbiamo lottato con L'Inghilterra per il primo posto. Hanno ottenuto ciò che volevano
Gareth Southgate: L'Inghilterra ha voluto vincere il gruppo e continuare a esibirsi a Wembley - ed è riuscito
Luka Modric: quando la Croazia gioca così, siamo pericolosi per tutti