Italy

Migliora la qualità dell’aria di Milano: il forte vento ha spazzato via le polveri sottili

Migliora la qualità dell'aria di Milano: le centraline dell'Arpa hanno registrato nelle ultime ore concentrazioni di polveri sottili nettamente al di sotto dei limiti di 50 microgrammi per metro cubo. Va detto che il valore varia a seconda delle zone prese in considerazione: si oscilla dai 19 microgrammi per metro cubo di via Senato ai 12 in viale Marche e in Città Studi. Valori, comunque, nettamente al di sotto delle medie giornaliere standard. In tutta la città, la media è stata di 13,8 microgrammi per metro cubo.

Anche fuori Milano l'aria appare migliore: si va dai 13 microgrammi per metro cubo di Turbigo, ai 16 di Magenta, passando per i 14 di Cassano d'Adda ed i 12 microgrammi per metro cubo di Limito di Pioltello. Merito del forte vento che ha letteralmente "pulito" il cielo di Milano nelle ultime ore, aprendo il cielo e spazzando via le polveri sottili accumulate nell'atmosfera, che nei giorni precedenti erano più di tre volte tanto. Appena lunedì scorso, il 24 febbraio, la media di pm10 calcolata nel capoluogo meneghino era pari a 51 microgrammi per metro cubo, mentre martedì 25 febbraio era addirittura schizzata a 69,3 microgrammi per metro cubo. Valori nettamente al di sopra del limite massimo di 50. Ma nel giro di 24 ore, è arrivato il vento "purificatore": mercoledì i valori sono scesi alla media di 39,5  microgrammi per metro cubo (praticamente la metà del giorno prima), per poi crollare definitivamente ai 13,8  microgrammi per metro cubo registrati ieri. E se la pioggia prevista dal meteo cadrà su Milano nelle prossime ore, questi valori potrebbero addirittura abbassarsi ulteriormente.