Italy

Milano, «fuga dai seggi» per il Covid: sostituiti in emergenza 83 presidenti di seggio

A metà mattina di sabato 19 settembre scatta il panico: mancano più di cento presidenti, la Corte d’Appello ha comunicato mercoledì le rinunce last minute e i seggi per il referendum costituzionale rischiano di non potersi costituire regolarmente.

Il Comune in tutta fretta deve lanciare la «call»: «È possibile candidarsi direttamente dall’ufficio elettorale di via Messina 52 fino alle 16 , basta portare con sé un documento di identità», l’appello diffuso attraverso i social . Colpa (anche) dell’allarme Covid.

Nella corsa al reclutamento il Comune cancella anche l’ultimo requisito, quello della residenza a Milano.

Alla fine la corsa al presidente di seggio avrà successo e alle quattro del pomeriggio le sezioni elettorali sono al completo. Nei 2.248 seggi saranno 178 i presidenti sostituiti (83 solo nella giornata di ieri) e 1.620 gli scrutatori (su 3.771 totali) rimpiazzati, per i quali però il Comune aveva aperto lo l’arruolamento a inizio settimana. «Grazie a tutti i cittadini che hanno risposto alla chiamata del Comune e si sono messi in fila pazientemente in via Messina. Quest’anno abbiamo ricevuto più rinunce del solito, probabilmente a causa dell’emergenza sanitaria. Ma vorrei rassicurare tutti: abbiamo adottato tutte le misure necessarie per la sicurezza dei componenti di seggio e degli elettori», commenta Roberta Cocco, assessora alla Trasformazione digitale e ai Servizi civici.

Effetto coronavirus, si diceva. Eppure lunedì e martedì in via Messina si erano formate lunghe code, insolite persino per i periodi pre-elettorali: dalle stime del Comune, più di 650 persone avevano chiesto d’iscriversi all’albo dal quale vengono poi nominati gli scrutatori. In maggioranza giovani, come da copione. Anche perché i compensi per le operazioni elettorali rimangono tutt’ altro che lauti: per i presidenti di seggio 130 euro, 104 per segretari e scrutatori «semplici». Sono in molti così a puntare il dito, viste le tante rinunce «last minute», contro i rimborsi spese eccessivamente miseri: considerato che si vota su due giorni, l’indennizzo di un presidente di seggio non supera i cinque euro all’ora.

Troppo poco — si sfogano molti utenti, commentando l’appello lanciato dal Comune — per il piccolo esercito da reclutare ai seggi, soprattutto in tempi di coronavirus. Urne aperte oggi dalle 7 alle 23 e domani dalle 7 alle 15. Per il rilascio delle carte di identità e delle tessere elettorali oggi saranno ( 8.30-12.30 e 14-17) rimarranno attive le sedi decentrate di via Padova 118 (Municipio 2), via Oglio 18 (Municipio 4), viale Tibaldi 41 (Municipio 5), via Legioni Romane 54 (Municipio 6), piazza Stovani 3 (Municipio 7), piazzale Accursio 5 (Municipio 8), via Quarenghi 21 (Municipio 8), largo De Benedetti 1 (Municipio 9), via Passerini 5 (Municipio 9).

Football news:

Real scavalcato il Barcellona di vittorie in faccia partite ufficiali - 97 contro la 96
Lampard sull'episodio di Maguire e Aspilicueta: rigore netto a favore del Chelsea
Sulscher su un pareggio con Chelsea: parità di gioco. Ma sentivo che se sarà il vincitore, il Manchester United
Hans-Dieter Flick: il Bayern ha giocato bene in difesa e ha lasciato poco a Eintracht
AJAX con il punteggio di 13:0 ha battuto Venlo. Questa è la più grande vittoria nella storia di Heredivizi
Messi non segna il Real Madrid dopo aver lasciato Ronaldo in Juve. Nell'ultimo Clasico prima del trasferimento hanno segnato entrambi
Sergio Ramos: rigore netto, sono stato preso. È ingiusto condannare l'arbitro