logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo logo
star Bookmark: Tag Tag Tag Tag Tag
Italy

Orche nel porto di Genova: l’incredibile avvistamento

Il video è stato diffuso su Facebook dall’associazione Limet riprende due esemplari adulti e un cucciolo a Pra-Voltri | Corriere Tv

L’associazione Limet, Centro meteo ligure, ha diffuso le immagini di due esemplari adulti e di un cucciolo d’orca nel porto Prà-Voltri di Genova. La conferma che si tratti proprio di questo raro cetaceo è venuta dalla biologa marina genovese Silvia Mangraviti, che ai microfoni di Genova24 ha precisato:«La macchia bianca le identifica come “Orcinus orca”. In passato ci sono già stati avvistamenti in Mediterraneo, è considerata una specie “visitatrice”, cioè non stanziale. Nel video ai vedono tre esemplari, di cui una mamma e un cucciolo. Si muovono in “pod”, ossia gruppi familiari a gerarchia matriarcale. È stato documentato che esiste una popolazione piuttosto stanziale nello stretto di Gibilterra, e probabilmente questi esemplari sono arrivati da lì. Gli avvistamenti nel Mediterraneo - ha concluso la biologa - sono comunque molto rari, quindi è una fortuna questo video»

Il video è stato diffuso su Facebook dall’associazione Limet riprende due esemplari adulti e un cucciolo a Pra-Voltri | Corriere Tv CONTINUA A LEGGERE »

L’associazione Limet, Centro meteo ligure, ha diffuso le immagini di due esemplari adulti e di un cucciolo d’orca nel porto Prà-Voltri di Genova. La conferma che si tratti proprio di questo raro cetaceo è venuta dalla biologa marina genovese Silvia Mangraviti, che ai microfoni di Genova24 ha precisato:«La macchia bianca le identifica come “Orcinus orca”. In passato ci sono già stati avvistamenti in Mediterraneo, è considerata una specie “visitatrice”, cioè non stanziale. Nel video ai vedono tre esemplari, di cui una mamma e un cucciolo. Si muovono in “pod”, ossia gruppi familiari a gerarchia matriarcale. È stato documentato che esiste una popolazione piuttosto stanziale nello stretto di Gibilterra, e probabilmente questi esemplari sono arrivati da lì. Gli avvistamenti nel Mediterraneo - ha concluso la biologa - sono comunque molto rari, quindi è una fortuna questo video»

Themes
ICO