Manifestazione di protesta questa sera in piazza dei Signori a Vicenza contro il nuovo Decreto del Presidente del Consiglio che obbliga bar ristoranti e locali a chiudere alle 18, nel tentativo di contrastare la diffusione del contagio da nuovo Coronavirus. In piazza cuochi, baristi, ristoratori, esponenti del mondo dello spettacolo e della politica, in particolare di Fratelli d’Italia (l’assessore vicentino al commercio Silvio Giovine) e di movimenti vicini alla destra, come “Vicenza ai Vicentini”.

Alcune centinaia le persone in piazza, tutti con le mascherine (in alcuni casi abbassate) e con gli interventi di contestazione fatti da un autoparlante che veniva passato di persona in persona: “Vogliamo lavorare, non vogliamo il bonus”, “Riprendiamoci la nostra libertà”, queste alcune delle frasi dette durante la manifestazione. Presenti anche le forze dell’ordine, ma tutto si è svolto regolarmente. Altre manifestazioni sono annunciate – in forma più o meno spontanea – per mercoledì, giovedì e sabato.

Foto Facebook: Vicenza ai Vicentini

Articolo precedente