Italy

RepTv Il trucco con cui MJ oscurò il logo Reebok ai Giochi 1992

Nel 1992 la Reebok paga 4 milioni di dollari per assicurarsi il logo sulle tute del Dream Team di basket che partecipa alle Olimpiadi di Barcellona. Se i cestisti americani avessero vinto l'oro, com'era lecito attendersi, sarebbero saliti sul podio sfoggiando il brand Reebok. Molti dei 12 cestisti convocati, tuttavia, hanno un contratto con un'altra azienda. E non intendono fare pubblicità alla Reebok. Non ci pensa affatto Michael Jordan, testimonial su cui la Nike ha investito fin da quando era un rookie. Il campione dei Bulls ha un'idea: partecipare alla cerimonia di premiazione con una grande bandiera americana sulla spalla. Jordan il patriota, inattaccabile, oscura così il logo Reebok che si trova sul petto. E la stessa cosa fanno anche Magic Johnson e Charles Barkley. Alla fine, come mostrano le immagini dell'epoca, i telespettatori assistono a un ammutinamento collettivo: chi non indossa la bandiera ha allargato il collo della tuta per ottenere il medesimo effetto. In The Last Dance, la serie evento sulla dinastia dei Bulls e in particolare sulla stagione 1997-1998 in cui vinsero il loro sesto titolo, viene raccontato il controverso episodio, con Jordan che afferma: "La bandiera americana non può deturpare nulla. E' ciò che rappresentiamo. Il sogno americano rappresenta ciò in cui crediamo". Queste immagini dell'epoca, estratte dalla diretta della cerimonia di premiazione del torneo olimpico di basket maschile del 1992, non provengono dal documentario prodotto da Espn e Netflix

a cura di Pier Luigi Pisa

Video: YouTube/HoneyBadger

Football news:

Quique Setien: il Barcellona non ha avuto una grande partita. Espanyol ha giocato bene in difesa
Anduhar Oliver sulle rimozioni: Fathi è andato troppo in gamba e il fallo al suo apice era ancora più pericoloso, forse
Atalanta ha esteso la striscia vincente a 11 partite, battendo Sampdoria-2:0
Milner ha trascorso 536 ° partita in APL ed è entrato nella top 5 del campionato giocato incontri
Il centrocampista del Barça Fathi è stato rimosso nel derby con L'Espanyol. Ha passato cinque minuti sul campo
Suarez ha segnato 195 gol per Barcellona ed è arrivato al terzo posto nella lista dei migliori marcatori del club
Daniele De Rossi: La gente chiama messi vile, e hanno paura di chiedere alle mogli il telecomando della TV