Rotzo per soccorrere un uomo rimasto appeso a testa in giù dopo essere scivolato da un albero a oltre 10 metri di altezza, mentre eseguiva dei lavori con una motosega.

Durante l’esecuzione del lavoro ha perso l’equilibrio e nello scivolamento, l’imbraco vincolato su un punto fisso, l’ha fatto capovolgere di 180 gradi. All’arrivo dei soccorritori l’uomo era trattenuto dall’imbraco in parte sfilato, che lo tratteneva solo per le caviglie. I vigili del fuoco, hanno montato la scala italiana e operando con manovre SAF (speleo alpino fluviali) hanno assicurato l’uomo in un punto più alto, allestendo un paranco per sollevarlo e liberarlo dal punto dove era rimasto bloccato.

Il 65 enne, rimasto a testa in giù per oltre un’ora è stato fatto scendere in sicurezza a terra, dove è stato preso in cura dal personale sanitario del Suem 118.

Articolo precedente