Italy

Scuole aperte e Nautico, test da incubo, a Ponente scatta l’allarme ingorgone

Via Forte Monte Guano, tra via Borzoli e Coronata, intasata dalle auto

Via Forte Monte Guano, tra via Borzoli e Coronata, intasata dalle auto

Genova - Novantamila studenti si metteranno in moto questa mattina per andare a scuola a Genova. E sarà la prova più dura per la viabilità cittadina, dopo il crollo del Ponte Morandi. «Non accompagnate i figli a scuola con l’auto privata», è l’appello del vicesindaco Stefano Balleari. «Abbiamo fatto il possibile per garantire i collegamenti a tutti gli studenti». Con oggi comincia una settimana decisiva per la mobilità genovese: mercoledì aprirà la nuova strada a mare dentro le aree Ilva, l’intervento più atteso perché dovrebbe riuscire a togliere dalle strade oltre un migliaio di mezzi pesanti al giorno, quelli diretti ai terminal portuali di Sampierdarena. Giovedì sarà invece la prima giornata del Salone nautico, storicamente una prova complicata per il traffico cittadino. Ma ci si attendono novità fondamentali anche per “sbloccare” la viabilità nord-sud in Valpolcevera: il nuovo collegamento tra la viabilità di Cornigliano e la nuova strada di sponda del Polcevera, realizzata nell’ambito delle procedure d’emergenza. E la possibilità di rendere percorribile via 30 Giugno, che non passa sotto i tronconi del Morandi ma è bloccata dai detriti.

Tra i provvedimenti, un servizio di trasporto con scuolabus e taxi per i 102 studenti evacuati, otto scuolabus attivati per altri 178 alunni di elementari e medie non sfollati ma che risentono dei problemi di viabilità tra Valpolcevera e Sampierdarena. E sette navette aggiuntive, per un totale di 40 corse giornaliere, per i circa duemila studenti delle superiori che saranno coinvolti dai disagi del traffico.

«L’altra sera mia suocera è scesa da casa per aprire il garage e far fare manovra a uno che si era bloccato con la macchina». Gianni Ottonello indica l’ingresso in via Forte Monte Guano. Una strada che collega via Borzoli a Coronata e che, nel tratto iniziale salendo dalla prima, è un budello stretto fra case e muri bassi e oggi sarà presidiato dai vigili. Il disastro del Ponte Morandi ha congestionato via Borzoli di auto e camion. E tanti, piano piano, hanno iniziato a usare questa strada per evitare l’ingorgo. Ma questo ha generato il caos. Prima della strettoia ci sono cinque istituti, cioè un asilo nido, due asili, le scuole elementari e le scuole medie, che oggi riaprono i battenti.

Lo scorso venerdì il presidente del Municipio Medio Ponente Mario Bianchi e il vice Massimo Romeo hanno chiesto agli assessorati competenti due agenti della polizia municipale che gestiscano il senso unico alternato nella strettoia anche dalle 16 alle 20.

© Riproduzione riservata

Football news:

Lampard su 3-0 con Watford: vittoria a secco in casa, tre gol segnati-Chelsea ha giocato abbastanza grande
Pulisic su 3:0 con Watford: Chelsea aveva bisogno di questa vittoria. Siamo sicuri che siamo in grado di entrare nella top 4
Rebic ha segnato per il Milan 9 gol in 11 partite di serie A
Mikel Arteta: colpire L'Arsenal in Champions League sembrava impossibile poche settimane fa
🏆 🏆Bayern per la 13a volta ha fatto una doppia d'oro in Germania
Neuer ha dato un assist nella finale di Coppa di Germania con Bayer Leverkusen
Sarri su 4:1 con Torino: la Juve ha avuto un falso senso di sicurezza dopo un paio di teste