Italy

Torino, Mazzarri a rischio esonero. Gara col Milan in Coppa Italia decisiva?

"Non lascio nelle difficoltà". Walter Mazzarri risponde così quando a Sky gli chiedono se sente la propria posizione in bilico. La sconfitta contro l'Atalanta è stata umiliante, durissima da sopportare per il modo in cui è avvenuto e più ancora per il crollo della squadra dinanzi al pubblico di casa. Dopo il 7-0 incassato all'Olimpico è stato lo stesso allenatore ad annunciare in diretta tv (in streaming su DAZN) che – con l'avallo della società che ha dato il via libera – la squadra andrà in ritiro fino a data da destinarsi. "Vedremo per quanto tempo…", ha ammesso concludendo le interviste con le scuse rivolte alla tifoseria.

Martedì prossimo il calendario delle partite propone la sfida contro il Milan, avversario nei quarti di Coppa Italia. Al match coi rossoneri i granata sono arrivati dopo aver battuto ai calci di rigore il Genoa. Un successo cancellato prima dallo stop con il Sassuolo e poi dalla disfatta nell'anticipo di campionato contro la squadra di Gasperini. Cosa accadrà martedì sera se il Toro non darà segnali di ripresa immediata? È possibile che il presidente, Urbano Cairo, e la dirigenza prendano la decisione più estrema? L'esonero di Walter Mazzarri è solo una voce per adesso più che un'ipotesi concreta.

Una voce che riprende quota dopo i dubbi legati all'avvio di campionato al di sotto delle attese e alle grandi difficoltà incontrate. Dunque, la panchina di Mazzarri torna a scricchiolare e ci pensa la tripletta di Ilicic (autore di un gol da centrocampo alla Maradona) a peggiorare la situazione. Se contro il Milan non ci sarà la svolta attesa, la reazione di orgoglio che tutto l'ambiente pretende (i tifosi hanno contestato i granata all'esterno dello stadio) allora la Coppa Italia potrebbe rappresentare il capolinea del tecnico. I sostituti possibili? De Biasi, Prandelli, l'ex ct Under 21 Di Biagio e Ballardini.