Italy

Trento, patteggia ex dirigente della centrale di emergenza: “Usava i permessi della legge 104 per andare in vacanza a Parigi e Honolulu”

Pur continuando a dichiararsi innocente, Luisa Zappini ha risarcito il danno con 45mila euro e ha ottenuto di patteggiare la pena con un anno e 6 mesi di reclusione con la condizionale. Coinvolti nello stesso processo, ma con altre accuse, sono invece stati condannati a 10 mesi e 20 giorni due ricercatori e due docenti di Eledia, un Centro di ricerca dell'università di Trento

Ha patteggiato l’ex dirigente della Centrale Unica di Emergenza del Trentino accusata, tra l’altro, di truffa per aver utilizzato i permessi di assistenza a familiari malati per andare in vacanza. Nel 2018 Luisa Zappini era stata arrestata ed era finita ai domiciliari. Adesso, pur continuando a dichiararsi innocente, ha risarcito il danno con 45mila euro e ha ottenuto di patteggiare la pena con un anno e 6 mesi di reclusione, ovviamente con la condizionale. Coinvolti nello stesso processo, ma con altre accuse, sono invece stati condannati a 10 mesi e 20 giorni due ricercatori e due docenti di Eledia, un Centro di ricerca dell’università di Trento.

Luisa Zappini aveva deciso alcuni mesi fa di chiedere il patteggiamento. Il gup Enrico Borrelli ha accolto l’intesa che l’avvocato difensore Nicola Stolfi aveva raggiunto con i sostituti procuratori Marco Gallina e Alessandra Liverani. A favore dell’imputata anche il risarcimento a favore della Provincia Autonoma di Trento e dell’Ordine degli Infermieri (ex Ipasvi). In realtà i due enti avevano manifestato perplessità sulla congruità della cifra, al punto che la Provincia non ha ritirato la costituzione di parte civile e valuterà se avviare anche una causa civile. Si chiude comunque la parte penale a carico della Zappini, imputata di truffa, peculato e abuso d’ufficio. Lei ha sostenuto che le contestazioni riguardavano “errori formali”. La Procura, invece, aveva indicato nei capi d’accusa 28 episodi di supposte truffe ai danni della Provincia: alcuni viaggi (anche ad Honolulu e a Parigi) erano stati coperti dai permessi di cui usufruiva in base alla legge 104. In altri casi, la funzionaria sarebbe risultata al lavoro, pur essendo altrove. Inoltre, c’erano una ventina di contestazioni di peculato relative all’uso dell’auto di servizio per fini personali.

Il patteggiamento ha coperto anche il reato di tentato abuso d’ufficio in un concorso per l’assegnazione di una figura a tempo determinato al Servizio Centrale Unica di Emergenza. In questo filone erano coinvolti anche due ricercatori (Federico Viani e Roberto Robol) e due docenti universitari del Centro di ricerca Diagnostica elettromagnetica Eledia dell’università di Trento (Andrea Massa e Paolo Rocca). Giudicati con rito abbreviato si sono visti infliggere il doppio della pena chiesta dai pm. In base all’accusa, la Zappini avrebbe predisposto la gara per favorire i due ricercatori, che con lei avevano collaborato ad alcune pubblicazioni. L’inchiesta era nata dall’esposto di un concorrente a quel posto che era stato sopravanzato dai due ricercatori. Le indagini sono state effettuate dalla Guardia di Finanza di Trento.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

Articolo Precedente

Bari, arrestati due carabinieri: “Pagati per pilotare le indagini sul clan Di Cosola”

next

Football news:

Pep Guardiola: sarei rimasto a Man City e in League 2
Il Manchester United è pronto a vendere Alexis, Lingard, Smalling, Dalot, Jones e Rojo
Frank Lampard: mi aspetto di più da Chelsea, ma ora il risultato è più importante
Atalanta non perde 15 partite consecutive – 13 vittorie e 2 pareggi
Lorient ha gettato un nuovo arrivato dall'aereo, l'ha mandato un altro sott'acqua, tutto per le presentazioni sui social media
Pashalić ha fatto una tripletta nella partita con Brescia. Atalanta sta distruggendo l'avversario 6-1
Rummenigge su Ribery: Heness era per lui come un secondo padre e io come una seconda madre