Italy

WWDC 2018, tutte le novità della Apple Worldwide Developers conference

La WWDC 2018 è stata particolarmente attesa perché, per la prima volta, il keynote è stato trasmesso live per tutti, non solo per sviluppatori e addetti ai lavori. Fino a oggi questa è stata, appunto, una prerogativa dei keynote, gli eventi in cui Apple annuncia le novità commerciali. In questa WWDC 2018 non sono mancate le novità, soprattutto all’insegna delle funzioni “smart” e di un uso sempre più intensivo di intelligenza artificialemachine learning. Ecco le novità salienti dell’evento, durato circa due ore.

iOS 12 si preoccupa della nostra salute

Il prossimo aggiornamento del sistema operativo mobile dei dispositivi Apple, iOS 12, porta una novità interessante. Si tratta della Digital Health Dashboard già trapelata la scorsa settimana e  confermata oggi. Apple sostiene che sia stata progettata per contribuire a frenare l’uso eccessivo degli smartphone. Grazie a questa è possibile impostare la modalità Non disturbare  quando si sta per andare a letto e raggruppare le notifiche in modo da non essere sopraffatti da troppe notifiche. Infine si potrà impostare un timer per decidere quanto tempo utilizzare le applicazioni al giorno.

WWDC 2018 IOS12
A differenza della versione di Android della funzionalità, Apple permetterà agli utenti di ignorare e rimandare il limite di tempo per un numero indefinito di volte. Gli utenti di iOS 12 inoltre potranno impostare limiti specifici per i dispositivi usati dai bambini

Più effetti visivi e più funzioni visuali

Apple sta seguendo l’esempio delle Emoji di Samsung con le Memoji, che permettono agli utenti di crearsi un avatar personalizzato. C’è anche una modalità specifica per il riconoscimento della lingua, in modo che i Memoji possano fare le boccacce meglio.
In Photos, Apple si è ispirata a Google Photos offrendo suggerimenti per la ricerca di persone, luoghi o eventi. Troveremo anche una funzione “almanacco” simile a quella di Facebook, che ci mostra foto di eventi avvenuti anni prima. Inoltre si possono usare più termini di ricerca per la ricerca delle immagini. Per la verità, tutte funzioni già viste in Google Photos.

Le novità di Messages

In Messaggi, troveremo  Memoji, adesivi e uno strumento per disegnare integrato nella telecamera. Il supporto per i FaceTime di gruppo è stato esteso fino a 32 persone, e sarà possibile usare il proprio avatar Memoji o Animoji durante le chiamate.

Siri migliora le sue funzioni di assistente

La nuova versione di Siri presenterà più suggerimenti, basati sulle nostre abitudini di utilizzo. Una nuova Shortcut ci permetterà di aggiungere azioni personalizzate, anche piuttosto complesse, come acquisti e ordini. Le azioni potranno essere combinate, per esempio si potrà creare un’azione per impostare una stazione radio specifica, la temperatura del termostato di casa e l’invio di un messaggio. Il tutto combinato in una azione vocale come “sto per andare a casa”.

WWDC 2018 azioni Siri

Le azioni e le azioni combinate supporteranno anche dispositivi e App di terze parti.

La nuova versione di macOS ci porta in Mojave

La novità più evidente della nuova versione del sitema operativo è il Dark Mode, che oltre a scurire Finder inverte anche i colori di XCode, di fatto renendo “notturno” tutto il sistema operativo.
Naturalmente, visto il periodo, la privacy e la tutela dei dati personali hanno avuto un accendo importante nella presentazione. Una nuova funzione di Safari per per esempio blocca preventivamente le funzioni di tracciamento, come la funzione “mi piace” di Facebook presente su molti siti.

Inoltre i siti avranno accesso solo a una Simplified System configuration. In questo modo Apple conta di impedire di identificare in modo univoco i dispositivi a fini pubblicitari.

Nuove App nel Mac App Store

Non ci sono sovità eclatanti, se non preview migliorati e alcuni suggerimenti curati. Ma arriveranno, fra gli altri Microsoft Office 365Lightroom CCBBEdit.

macOS Mojave all’insegna della produttività

Le azioni rapide sembrano essere la novità più interessante. Potremo per esempio organizzare gli oggetti del Desktop in pile ordinate o aggiungere un watermark a una serie di immagini con una sola azione. La cattura video avrà una sua scorciatoia e in Keynote uno strumento permetterà di associare rapidamente un telefono in modo da includere al volo le fotografie.

Si affacciano anche le prime funzioni di smart Home, che permetteranno di organizzare la domotica di casa da un pannello di controllo specifico, anche attraverso una versione di Siri evocabile da desktop.

Apple Watch, più community

Il nuovo sistema operativo includerà più funzioni social, per esempio per essere sfidati dagli amici e ricevere premi. Queste funzioni potranno anche basarsi sui risultati già ottenuti, per gli atleti più distratti. Con watchOS 5 sarà possibile anche navigare i siti Web, anche se richiederanno una particolare ottimizzazione per essere visibili. Più interessante il supporto per i Podcast, che arriva insieme a una integrazione per Siri.

WWDC 2018 Apple Watch

Infine, una funzione in stile walkie talkie ci permetterà di scambiare messaggi vocali con gli amici, con il più classico sistema push to talk. Per ascoltare il messaggio basterà premere un pulsante.

Apple TV, Dolby Atmos e nuovi fornitori

Infine, per quanto riguarda Apple TV la novità più rilevante è l’arrivo dell’audio Dolby Atmos sulla Apple TV 4K, a partire dall’autunno e sui film che la supportano. Ci sono anche alcune novità in merito ai fornitori di servizi presenti, ma visto che non si trattava di una presentazione per il territorio italiano, è preferibile aspettare conferme.

L’elenco completo dei video del WWDC 2018 è disponibile presso la pagina ufficiale del sito Apple, mentre il video del keynote d’apertura è da poco stato reso disponibile a questo indirizzo. Ricordiamoci che dopo il keynote di apertura la WWDC 2018 prosegue, con aspetti più tecnici, fino al prossimo 8 giugno.

Fonte foto copertina e immagini articolo: developer.apple.com/videos/play/wwdc2018/101/

Football news:

Gasperini su Atalanta: vogliamo entrare in Champions League e battere il record del club in punti in Serie A
Hames può lasciare il Real Madrid in APL per 25 milioni di euro. Un anno fa, atletico e Napoli hanno offerto per lui 45-50 milioni^.Il centrocampista del Real Madrid Hames Rodriguez, alla fine della stagione, è probabile che cambi il club
Gattuso su Napoli: dobbiamo capire la mentalità dei vincitori
Vanguard si è congratulato con Zenith con il titolo: è il momento di abbinare e prendere la Coppa Gagarin
Allenatore Orenburg pro 0:1 con Rubin: moralmente devastato, potrebbe pareggiare
Quique Setjen: Griezmann ha giocato una grande partita, ha ben compreso Messi, ha segnato un gol perfetto. Abbiamo cambiato qualcosa
Il Presidente del Barça sulla partita del Real Madrid: il VAR favorisce sempre una squadra. Mi sento a disagio