Holy See

Volley, settima vittoria per la Prochimica: ko anche l’Alsenengo

Settima vittoria per la Prochimica Virtus nel campionato di serie B1. Al PalaSarselli le nerofucsia hanno piegato per 3-1 (25-20, 25-22, 22-25, 25-9) le piacentine dell’Alsenengo. Quella di ieri sera doveva essere l’ultima partita della prima fase, ma le virtussine dovranno recuperare il 10 aprile il match contro l’Igor Volley Trecate. Le biellesi sono saldamente al secondo posto, in attesa di conoscere le decisioni della Fipav in merito alla seconda fase della stagione. Il sestetto di partenza deciso da coach Stefano Colombo prevede Mariottini in palleggio con Mo in diagonale, El Hajjam e Fragonas in banda; Fornara e Zecchini centrali con Baratella libero; e questa rimarrà la formazione in campo per tutti e quattro i set. Le ospiti rispondono con Lancini in cabina di regia con Tonini opposta, Tosi e Gabrielli in banda con D’Adamo e Guaschino al centro. Pastrenge è il libero.
Fragonas mette a terra il primo pallone di una sfida che appare subito equilibrata (5-3, poi 9-7). La schiacciatrice torinese sembra tra le più in forma e viene cercata con continuità da Mariottini. Anche il muro funziona a dovere e permette il primo allungo (15-10). Anche Mo è ispirata e la Virtus vola sul 19-12, costringendo coach Scaltriti al time out. Le piacentine ne escono bene e recuperano qualche punto, ma si devono arrendere all’ennesimo attacco di Fragonas, che chiude dopo 22 minuti per 25-20.
L’Alsenese, che rispetto all’andata, quando fu sconfitta per 3-0, appare tutta un’altra squadra (decisivi i recuperi di un paio di ragazze) parte meglio (2-5). A riportare sotto le padrone di casa sono un paio di muri, ma qualche imprecisione mantiene avanti le gialloblù (7-11). Il muro dà alla Prochimica il punto del pareggio a quota 14 e poi permette a Zecchini di siglare il 20-17. Sul 23-21, dopo un paio di errori, è Stefano Colombo a fermare il gioco. A risolvere la situazione ci pensa Mo, bravissima a chiudere la seconda frazione: finisce 25-22 dopo 24 minuti.

Anche nel terzo set le piacentine partono meglio (2-5). El Hajjam piazza una pregevole parallela e sull’errore delle ospiti la Virtus pareggia a quota sei. Le due squadre corrono appaiate, poi Alseno commette qualche errore di troppo (16-13). Ma le ospiti non demordono e si riportano avanti dopo l’errore in ricezione di Fragonas (17-19). Fornara suona la carica, ma sul 19-23 Colombo prova a chiedere time out: l’ultima preghiera non basta e le ospiti accorciano le distanze. Dopo altri 24 minuti è 2-1 (20-25 il parziale). Mariottini inizia il quarto set servendo maggiormente i suoi centrali e Fornara si fa trovare pronta: suoi i primi punti. Così si libera spazio sulle ali e le bande ne beneficiano: El Hajjam sigla il 7-3. Quando anche la mancina Mo trova continuità con due attacchi la Virtus allunga (11-5) costringendo il coach ospite allo stop. Ma le sue ragazze ne escono beccandosi quattro muri consecutivi, che di fatto chiudono la contesa. Finisce 25-9 in 18 minuti a senso unico.

Il tabellino
Prochimica Virtus: Mariottini 4, Mo 15, El Hajjam 20, Fragonas 15, Fornara 14, Zecchini 10, Baratella L1, Graziola n.e., Walther n.e., Frascatolo n.e., Diego n.e., Mainini L2 n.e., Marzanati n.e. All.: Colombo.

I perché dei nostri lettori

Mio padre e mia madre leggevano La Stampa, quando mi sono sposato io e mia moglie abbiamo sempre letto La Stampa, da quando son rimasto solo sono passato alla versione digitale. È un quotidiano liberale e moderato come lo sono io.

Mario

I perché dei nostri lettori

Perché mio papà la leggeva tutti i giorni. Perché a quattro anni mia mamma mi ha scoperto mentre leggevo a voce alta le parole sulla Stampa. Perché è un giornale internazionale.Perché ci trovo le notizie e i racconti della mia città.

Paola, (TO)

I perché dei nostri lettori

Leggo La Stampa da quasi 50 anni, e ne sono abbonato da 20. Pago le notizie perché non siano pagate da altri per me che cerco di capire il mondo attraverso opinioni autorevoli e informazioni complete e il più possibile obiettive. La carta stampata è un patrimonio democratico che va difeso e preservato.

Anonimo

I perché dei nostri lettori

Ho comprato per tutta la vita ogni giorno il giornale. Da due anni sono passato al digitale. Abito in un paesino nell'entroterra ligure: cosa di meglio, al mattino presto, di.... un caffè e La Stampa? La Stampa tutta, non solo i titoli....E, visto che qualcuno lavora per fornirmi questo servizio, trovo giusto pagare un abbonamento.

Sandro, Garlenda (SV)

Football news:

The Italian Football Federation will not punish Juve, Milan and Inter for participating in the Super League
Parma scored for Juventus from the penalty spot. Ronaldo stood in the wall and did not jump
The Premier League wants to remove the managers of the big six clubs from the league committees because of their participation in the Super League
PSG President Al-Khelaifi has been elected head of the Association of European Clubs. He succeeded Agnelli
One of the moments that determine the direction of humanity. Forward of the Canadian national team Ricketts on the verdict in the Floyd case
Kimmich on Alaba: Real Madrid is a good choice. Not so many options for a step forward after Bayern Munich
The money for the Super League was promised by the largest US bank - before that, it helped the Americans buy up European clubs